Sigarette, immagini shock e multe nella nuova direttiva Ue
Obiettivo delle nuove norme la riduzione del consumo e la protezione della salute

Immagini shock, messaggi inquietanti, multe salate. E ancora: divieto di fumare in macchina se si viaggia con donne in gravidanza e minori di 18 anni. Divieto assoluto di accendere una sigaretta in strutture ospedaliere e pediatriche. Oggi entra in vigore la direttiva europea su tabacco e sigarette elettroniche, che ha come duplice obiettivo la riduzione del consumo e la protezione della salute.

FINO A 300 EURO PER CHI GETTA MOZZICONI. Le norme sono incluse nel recente decreto del 16 gennaio 2016 che recepisce la normativa europea. Inoltre, per via del ddl sulla Green Economy dello scorso dicembre, è vietato buttare per terra i mozziconi di sigaretta, definiti all'art. 40 come "rifiuti di prodotti da fumo e rifiuti di piccolissime dimensioni", pericolosi per le sostanze chimiche che contengono. Le sanzioni previste vanno dai 30 ai 300 euro.

MULTE SALATE PER CHI VENDE AI GIOVANI. Uno dei pilastri della nuova normatice è la protezione dei minori. E' per questo motivo che viene fatto divieto di fumare in loro presenza in automobile. Sono anche previste multe pesanti - da 500 a 3mila euro - ai tabaccai che vendano sigarette ai minori. E' inoltre contemplata la possibilità di sospendere la licenza all'esercizio dell'attività commerciale, fino a quindici giorni.

LE IMMAGINI-SHOCK. Favoriti ed incoraggiati, invece, i messaggi-shock con funzione deterrente. Questi, secondo le nuove norme, dovranno occupare più della metà della confenzione. Diversi i messaggi obbligatori per legge: "Il fumo uccide - smetti subito"; "nuoce alla tua salute e provoca dipendenza"; "Il fumo del tabacco contiene oltre 70 sostanze cancerogene". Tra i messaggi che potrebbero apparire, c'è anche "I figli dei fumatori hanno più probabilità di cominciare a fumare". Il decreto dello scorso giugno prevede anche una serie di immagini, veramente raccapriccianti, per spingere a smettere di fumare.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata