Sgarbi colpito da malore: operato, ora sta bene. Su Fb: Capre sono ancora qui

Roma, 17 dic. (LaPresse) - Questa notte Vittorio Sgarbi, mentre era in viaggio con il suo autista da Brescia verso Roma, ha avuto un malore ed è stato quindi ricoverato nel reparto di cardiologia del Policlinico di Modena. Una volta arrivato nel nosocomio si è deciso di sottoporlo a un intervento chirurgico. Adesso il critico d'arte si trova nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale emiliano e da quanto si apprende le sue condizioni di salute sono considerate buone. E' stato infatti lo stesso Sgarbi ad avvisare familiari e collaboratori di quanto accaduto.

CAPRE SONO ANCORA QUI. Non sarebbe stato da Sgarbi andarsene all'altro mondo al casello autostradale di Modena Sud. Capre, sono ancora qui". Così, scherzando, Vittorio Sgarbi su Facebook dopo il malore che lo ha colpito nella notte.

Non sarebbe stato da Sgarbi andarsene all'altro mondo al casello autostradale di Modena Sud. Capre, sono ancora qui.

Posted by Vittorio Sgarbi on Giovedì 17 dicembre 2015

IL VIDEO DALL'OSPEDALE. Per non smentire la sua verve, Sgarbi ha girato un video in ospedale: "Se avessi aspettato anche solo mezz'ora, sarei morto. L'operazione è riuscita bene - ha detto - e poi, dopo un'altra operazione, tornerò".

Dall'ospedale di Modena

Posted by Vittorio Sgarbi on Giovedì 17 dicembre 2015

SOLIDARIETA' SUL WEB. "Nooo Vittorio daje forte.. Che gliela vuoi da vinta a ste capre!?". E ancora: "Un grandissimo in bocca al lupo a Sgarbi. Sii gentile con il personale sanitario" e "Alzati e continua a rompere i c... come solo tu sai fare in questo sporco mondo". Sono solo alcuni dei tanti messaggi di pronta guarigione postati sulla pagina Facebook di Vittorio Sgarbi, colto da un malore nella notte e ora ricoverato in terapia intensiva al Policlinico di Modena. Il linguaggio è nella quasi totalità dei messaggi colorito. Nel giro di due ore la pagina è stata inondata di post, per lo più di incoraggiamento, dedicati al professore.

Guarda il video

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata