Sgarbi: "Cittadinanza onoraria a Clooney se ammette di aver sporcato Sutri"
Il critico d'arte e sindaco della città contro l'attore dopo le riprese della serie "Catch22"

"Se uno va a casa di un'altra persona deve avere attenzione. George Clooney ho avuto occasione di conoscerlo personalmente: mi è simpatico e non ho nulla contro di lui. Ma la produzione della sua serie tv poteva avere più cura". Vittorio Sgarbi, deputato di Forza Italia alla Camera e primo cittadino di Sutri, comune in provincia di Viterbo, non la manda a dire, come suo solito, nemmeno a una star di Hollywood come Clooney. Il divo nei giorni scorsi era a Sutri, dove lo storico e critico d'arte è da alcuni mesi sindaco, per le riprese della serie tv 'Catch 22'.

Lei di cosa si lamenta per quel set? Lo strato di terra collocato per ricoprire i selciati e restituire l'aspetto originario di terra battuta è stato rimosso lentamente, senza particolare cura, facendo sollevare polveri fastidiose. Sono dovuti intervenire i miei concittadini. E il Comune ha avuto un modesto contributo di appena cinquemila euro per ospitare il set.

Ma lei non è contento come sindaco di avere avuto in città un set come quello di Clooney? L'iniziale nostra soddisfazione per la promozione della città si è purtroppo trasformata in disappunto.

Se qualcuno le proponesse di portare un altro set a Sutri cosa risponderebbe? Io non faccio polemica in generale sulla presenza dei set cinematografici nelle nostre città. Possono avere un effetto di comunicazione positiva.

La prossima volta chiederete più soldi per fare girare a Sutri? La precedente amministrazione non aveva dato specifiche indicazioni. Ma in futuro chiederemo i contributi previsti dai tariffari. Io - lo sottolineo - non ero prevenuto, anzi.

Alla fine però si sta parlando di Sutri sui giornali.... in fondo è tutta pubblicità no? Non sono ingenuo. Certo il risultato è che si parla di Sutri. La mia - ribadisco - non voleva essere generica polemica, ma se questo è l'effetto ben venga. Non ho fatto la predica a nessuno. Ho solo detto che serviva più attenzione.

Che reazioni ha avuto dalla produzione? Hanno rivendicato la correttezza della loro azione.

Non teme possibili azioni legali? Io ho una documentazione fotografica circostanziata e la testimonianza di numerosi cittadini. Non si tratta di ammettere responsabilità, ma forse qualche disattenzione. Per parte mia sono disponibile ad accettare spiegazioni. E per il bene di Sutri e per la stima per Clooney, sono pronto a dargli la cittadinanza onoraria.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata