Sergio Mattarella ricorda gli agenti uccisi a Trieste: "Affetto, riconoscenza e dolore"

Il Capo dello Stato commemora i poliziotti uccisi nella Questura del capoluogo friulano alle celebrazioni per i 180 anni della linea ferroviaria Napoli-Portici

"Affetto, riconoscenza e dolore" di tutto il Paese per i due agenti morti a Trieste. Così il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricordato i due poliziotti uccisi nella questura del capoluogo friulano nel corso del suo intervento in occasione delle celebrazioni per i 180 anni della linea ferroviaria Napoli-Portici. Le sue parole sono state seguite da un lungo applauso.