Sequestro bus, ok alla cittadinanza italiana per Ramy e Adam

Dietrofront di Matteo Salvini: concederà la cittadinanza a Ramy, il 13enne di orgine egiziana che ha dato l'allarme durante il sequestro del bus nel Milanese. La decisione dopo giorni di polemiche, con il ministro dell'Interno deciso a non dare la cittadinanza al ragazzino per presunti precedenti penali di un familiare stretto e Di Maio che invece insisteva per il sì. E ora si attribuisce il merito: "Salvini l'ho convinto io", dice il vicepremier 5 Stelle. E adesso, sarà premiato anche un altro ragazzino: il Viminale ha avviato l'iter per concedere la cittadinanza anche ad Adam, l'altro adolescente eroe della vicenda, che ha origini marocchine.