Sequestri per 350 milioni nel reggino

Reggio Calabria, 16 nov. (LaPresse) - È in corso dalle prime ore del mattino ad opera della Gdf una complessa operazione di polizia che ha portato al fermo dei fratelli Giovanni e Domenico Camastra, leaders dell'omonimo gruppo imprenditoriale esercente l'attività di commercio di prodotti petroliferi in Calabria ed operanti anche nelle regioni del centro e nord Italia, e alla denuncia a piede libero di altre 40 persone. L'accusa è di contrabbando di gasolio agevolato, truffa aggravata ai danni dello Stato ed evasione fiscale perpetrati attraverso un articolato e complesso sistema di frode promosso dai Camastra ed attuato grazie al contributo dei dipendenti del gruppo e di altri soggetti che a vario titolo vi hanno concorso. Esponenti di spicco della criminalità organizzata calabrese hanno partecipato al lucroso e illecito affare del commercio di gasolio agevolato, intervenendo nelle varie fasi della filiera commerciale nella veste di intermediari ovvero di clienti finali, traendo, pertanto, profitto dalla illecita attività. Contestualmente sono state sequestrate una Holding, 6 società del gruppo, 2 imprese operanti nel medesimo settore e coinvolte nell'illecito traffico di carburante, beni e altri valori per oltre 350.000.000,00 di Euro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata