Sentenze tributarie pilotate a Salerno: le intercettazioni

Tangenti tra i 5 e i 30 mila euro per "aggiustare" sentenze su contentenziosi con l'Agenzia delle Entrate o cancellare debiti anche fino a 8 milioni di euro col Fisco. Di questo sono accusati due giudici tributari, tra le 14 persone arrestate dalla Guardia di Finanza di Salerno. Coinvolti anche due dipendenti amministrativi della Sezione distaccata della Commissione Tributaria Regionale della Campania, sei imprenditori e quattro consulenti fiscali. guardia finanza