Sei alpininsti morti nel bolzanese in 2 distinti incidenti

Bolzano, 23 giu. (LaPresse) - Doppio incidente sul monte Gran Zebrù nel bolzanese, sei le vittime totali. In un primo incidente, tre alpinisti sono morti stamattina a 3500 metri di quota. Il soccorso alpino riferisce che il gruppo di alpinisti era costituito da 5 persone e che tre sono decedute. Ancora non sono chiare le dinamiche dell'incidente. I tre stavano salendo in cordata sul picco Koenig Joch. I tre alpinisti, riferiscono dal soccorso alpino di Solda, prima di precipitare si trovavano a quota 3500 metri, ma i soccorritori li hanno trovati a 3000 metri, 500 metri più sotto. A dare l'allarme sono stati altri due compagni che erano con loro ma che facevano parte di una seconda cordata. I due sono scesi al primo rifugio disponibile e l'allarme è scattato attorno alle 8.30. Uno dei deceduti era di Parma.

Nel pomeriggio altri 3 alpinisti sono morti sul Monte Zebrù. A riferirlo è stato sempre il soccorso alpino di Solda, che si è occupato del recupero dei corpi. Sono tutti uomini. Dal soccorso spiegano che l'allarme è scattato quando il gestore del rifugio ha notato che all'appello mancava una cordata. L'incidente si è verificato in una zona molto vicina a quella della tragedia di stamane ma le due cordate non aveva niente a che fare l'una con l'altra.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata