Scuola, Regione Emilia-Romagna: Servono altri 800 insegnanti

Bologna, 24 giu. (LaPresse) - "In Emilia-Romagna servono altri 800 docenti per garantire il funzionamento della scuola il prossimo anno scolastico". Così l'assessore regionale alla Scuola, Patrizio Bianchi, in una lettera inviata alla ministra dell'Istruzione Stefania Giannini, nella quale sottolinea "l'emergenza organici" per l'anno scolastico 2014-2015. "Il quadro aggiornato delle nuove iscrizioni - dice - ci parla di un aumento molto significativo di studenti rispetto all'anno appena concluso. Un aumento eccezionale che conferma l'Emilia-Romagna come la Regione con il maggiore incremento di studenti. Per questo chiediamo una richiesta aggiuntiva di organico rispetto a quella già avanzata nei mesi scorsi".

Per Bianchi "i dati delle iscrizioni definitive ci hanno dato un quadro molto ampliato rispetto alle previsioni di qualche mese fa. L'aumento di ragazzi iscritti nelle nostre scuole, progressivamente crescente e difficilmente programmabile perché dovuto ai ricongiungimenti delle famiglie immigrate, si va ad aggiungere alle caratteristiche peculiari del sistema scolastico emiliano-romagnolo caratterizzato da una forte iscrizione alla scuola dell'infanzia, da un numero significativo di iscrizioni agli istituti tecnici e professionali e da una grande presenza ragazzi stranieri".

"Per questo - spiega l'assessore regionale - abbiamo ritenuto necessario ridefinire la richiesta di docenti già avanzata - aggiunge Bianchi - Servono almeno 500 posti di organico, a cui vanno aggiunti altri 200 posti per le esigenze delle scuole terremotate. A questi numeri occorre poi aggiungere circa 100 posti per la scuola dell'infanzia, che riteniamo debba avere ampliata la quota del personale dello Stato".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata