Scuola, Ocse: In Italia stipendi insegnanti -2% tra 2008 e 2012

Parigi (Francia), 9 set. (LaPresse) - In Italia il salario medio degli insegnanti della scuola primaria e secondaria inferiore è diminuito, in termini reali, del 2% tra il 2008 e il 2012. E' quanto emerge dal un rapporto Ocse sull'istruzione, in cui si spiega che le retribuzioni statutarie degli insegnanti con 15 anni di esperienza sono state diminuite del 4,5% tra il 2005 e il 2012 per tutti i livelli d'insegnamento, ma gli aumenti di retribuzione basati sull'anzianità hanno in parte compensato i tagli salariali degli insegnanti a livello individuale.

Perché aumentasse il rapporto numero di studenti per insegnante, è stato necessario ridurre il numero di insegnanti. Tale riduzione è stata raggiunto principalmente con la decisione di non compensare i pensionamenti con nuove assunzioni. La mancanza di assunzioni si è tramutata in un invecchiamento della forza lavoro insegnante; nel 2012 il 62% dell'insieme degli insegnanti della scuola secondaria aveva più di 50 anni di età, rispetto al 48% nel 2002. Quella dell'Italia è la più alta percentuale di insegnanti con oltre 50 anni di tutti i Paesi dell'Ocse.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata