Scontri in Val di Susa, condannati 16 no tav

Nuove condanne per gli scontri in Val di Susa. Trent'anni di carcere inflitti complessivamente a 16 No Tav, e tre assoluzioni, per un episodio del 28 giugno di tre anni fa. Un migliaio di manifestanti raggiunsero in corteo il cantiere dell'alta velocità Torino-Lione e lanciarono sassi e fuochi d’artificio davanti allo schieramento delle forze dell'ordine. Quattro agenti rimasero feriti. Le pene vanno dai 4 mesi ai 3 anni e 10 mesi. Tra i condannati anche la 'pasionaria' no tav, Nicoletta Dosio, 73 anni, insegnante di greco e latino in pensione. La storica attivista è stata condannata a un anno, 8 mesi e 10 giorni. Assolta invece Marisa Meyer, esponente di lungo corso del movimento.