Scontri di Roma, tutti i danni in cifre

Roma, 18 ott. (LaPresse) - Ammontano a un milione e 815mila euro i danni subiti dall'amministrazione del Comune di Roma a causa degli scontri del 15 ottobre. Un milione di euro sono a carico del dipartimento lavori pubblici per rimettere a posto 1.200 metri quadri di sampietrini divelti, 30 pali sradicati della segnaletica verticale, 300 metri quadri di percorsi per non vedenti distrutti, danni vari a elementi di arredo urbano in ferro, lastroni dei marciapiedi, illuminazione pubblica.

Ama e Decoro urbano hanno subito un danno economico quantificato in 485mila euro, fra cestoni in ghisa distrutti (50), cassonetti distrutti (80), scritte sui muri (3mila metri quadri), raccolta rifiuti (120 tonnellate), bagni chimici e cassonetti spostati. Sono stati 171 gli operatori dell'Ama impiegati nella pulizia delle strade dopo il corteo e gli scontri. Il personale che Atac, Agenzia per la Mobilità e Roma Metropolitane, ha impiegato è di 1.699 operatori, e fra corse perse (1500), corse limitate (2500), corse cancellate (13), per un totale di 27mila chilometri persi, e 20 telecamere di videosorveglianza rese inservibili, devono essere spesi 250mila euro. Infine, con 300 vigili della polizia Roma capitale in servizio, una vettura danneggiata e 3 garitte rotte le spese per la polizia municipale ammontano a 80mila euro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata