Scontri al cantiere Tap, portato via di forza sindaco Melendugno
Continua la protesta contro il gasdotto in Puglia

Altra giornata di tensione al cantiere No Tap di Melendugno, in Puglia. Al presidio, a poche centinaia di metri dalla riviera di San Basilio, anche oggi centinaia di persone si sono radunate per cercare di bloccare i lavori per lo scavo del gasdotto Trans Adiatic Pipeline. "Oggi il sindaco di Melendugno Marco Poti è stato portato via a spintoni dalla polizia mentre faceva un'intervista a una tv locale. Lui e alcuni manifestanti sono stati circondati e cacciati con la forza", racconta Gianluca Maggiore, uno dei leader del Comitato No Tap. "Qui continuano ad arrivare persone del posto, anche famiglie e giovani, che vogliono difendere il loro territorio. Per colpa di un cortocircuito tra istituzioni, i ragazzini si prendono le botte e le manganellate", accusa l'attivista No Tap. "Li abbiamo bloccati dal 2011 fino alla settimana scorsa, non ci arrederemo ora", conclude.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata