Sciopero Cgil, tensione a Milano e Torino

Roma, 6 set. (LaPresse) - Sono finiti tutti i cortei di protesta contro la manovra della Cgil e quelli alternativi dell'Usb-Cobas che spesso erano affiancati dai centri sociali.

"La manovra del governo è ingiusta e totalmente irresponsabile perché scarica tutti i conti sul pubblico impiego" ha detto il segretario della Cgil, Susanna Camusso. "Non c'è l'idea - prosegue Camusso - su quale sia il futuro del Paese e la sua crescita. Questa è una manovra che il Paese non si merita, chiediamo una redistribuzione dei carichi perché chi non ha mai pagato nulla ora è arrivato il momento di farlo. Siamo convinti che si possa fare una manovra più equa, che cancelli l'articolo 8 che è solo un danno al mondo del lavoro". Sempre a Roma presenti anche Di Pietro ("Noi faremo ostruzionismo alla manovra") e Ferrero ("Sbaglia Napolitano a fare appelli come se in sé l'approvazione della manovra risolvesse i problemi"). "Va stralciato dalla manovra economica l'articolo 8 perché non c'entra niente con la crescita e la riduzione del debito e divide i lavoratori". Così il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani.

Pochi partecipanti ai cortei Usb-Cobas, ma qualche momento di tensione. A Milano un gruppo di circa 200 manifestanti che avevano sfilato con il corteo dei sindacati di base e dei centri sociali ha raggiunto Piazza Affari da alcuni minuti. Parcheggiato davanti al palazzo della Borsa c'è un camion della sigla sindacale Usb con sopra una tenda da campeggio, simbolo delle proteste contro la crisi in trutta Europa. I manifestanti hanno anche appeso in mezzo alla piazza uno striscione con la scritta "Wake up, cacciare il rais è possibile". Palazzo Mezzanotte è presidiato dalle forze dell'ordine in tenuta antisommossa. I manifestanti hanno annunciato di voler trascorrere la notte davanti all Borsa, com'è accaduto ieri. Mentre sfilavano gli autonomi hanno tirato le uova contro sedi di banche e altri Luoghi simboli. Si è concluso a piazza Navona invece il corteo Usb romano, qui le uova sono state tirate con la sede dell'Abi. A Torino invece è stata presa di mira la sede della Fondazione Crt, momenti di tensione con alcuni No Tav presenti alla manifestazione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata