SCHEDA Infermiera Piombino, pazienti morti tra 61-88 anni
Dodici decessi dal 2014 dovuti a scoagulazione del sangue e uno ad arresto cardiaco

Stando a quanto rendono noto i Nas dei carabinieri di Livorno sull'arresto dell'infermiera  i pazienti deceduti, sono uomini e donne di età compresa fra i 61 e gli 88 anni. In molti casi avevano patologie per le quali la somministrazione dell'eparina non rientrava nelle possibili terapie. I tredici decessi, dodici dovuti a scoagulazione del sangue e uno ad arresto cardiaco ma ugualmente riconducibile alla somministrazione di altro farmaco, hanno alterato il totale nelle statistiche della struttura sanitaria. Si sono verificati in queste date: (2014) 19 gennaio, 27 giugno, 22 settembre, 2 ottobre, 24 novembre, 26 novembre, 20 dicembre, 28 dicembre. (2015) 9 gennaio, 11 marzo, 1 luglio, 9 agosto, 29 settembre. I Carabinieri, a seguito di accurate verifiche sui turni di servizio di tutto il personale operante, a vario titolo, in quel Reparto, sono anche riusciti a conclamare come unica e ricorrente presenza in tutti i turni sospetti (correlati alle morti), presso il Reparto Anestesia e Rianimazione, quella della predetta infermiera. Si sta facendo luce sulle motivazioni che hanno portato agli insani gesti, verosimilmente da collegare allo stato psichico dell'infermiera, in particolare a depressione, uso di alcol e di psicofarmaci. L'infermiera, dopo l'arresto e la perquisizione presso il domicilio e gli altri luoghi di pertinenza, è stata portata nella Sezione femminile della Casa circondariale di Pisa a disposizione dell'autorità giudiziaria.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata