SCHEDA Capodanno, i consigli della polizia contro i furti in casa

Roma, 31 dic. (LaPresse) - La polizia di Stato in occasione delle festività natalizie intensificherà i controlli nelle città e in periferia, avvalendosi di tutte le risorse disponibili sul territorio, per garantire l'ordine e la sicurezza pubblica. Per scoraggiare i malintenzionati è possibile seguire alcuni consigli elencati di seguito, messi appunto dall'esperienza degli agenti maturata durante i sopralluoghi effettuati dalle pattuglie intervenute nelle abitazioni svaligiate.

- Nascondere i beni di valore in posti diversi dai banali armadi, cassetti, vasi, quadri, letti e tappeti, usare un pò più di invettiva, i ladri sono i primi posti dove andranno a cercare il bottino. Sarebbe molto meglio custodirli in cassaforte o cassette di sicurezza.

- Fotografare gli oggetti di valore che si hanno in casa, perché, così, in caso di furto o di rapina sarà più facile fare la denuncia e, in caso di ritrovamento a seguito di sequestri, sarà più semplice individuare la propria refurtiva, con la garanzia della proprietà. Ovviamente, nello sviluppo delle eventuali foto, non lasciare al fotografo l'indirizzo e/o i altri dati identificativi del proprietario. Sul sito della polizia, inoltre, è stato predisposto un servizio che contiene informazioni e foto di oggetti denunciati o ritrovati; in questo modo sarà più agevole, ai proprietari, la ricerca dei propri preziosi tra gli oggetti recuperati dalla Polizia. http://questure.poliziadistato.it/bacheca/

- Quando si è assenti per brevi periodi: lasciare qualche luce accesa, la radio, l'impianto stereo o il televisore in funzione; chiudere sempre la porta a chiave e non lasciare le chiavi sotto lo zerbino o in altri luoghi alla portata di tutti. Evitare di lasciare i messaggi sulla porta, che dimostrano che in casa non c'è nessuno; sensibilizzare anche i vicini affinché sia reciproca l'attenzione a rumori sospetti sul pianerottolo o nell'appartamento e nel caso non esitare a chiamare il 113; se tornando a casa si trova la porta aperta o chiusa dall'interno, meglio non entrare. Potremmo scatenare una reazione istintiva del ladro che si vede scoperto. Meglio non fare l'eroe e telefonare subito al 113.

- Quando si è assenti per periodi più lunghi: non far sapere ad estranei i tuoi programmi di viaggi e vacanze. Evitate di pubblicare su social network (Facebook o altri) i vostri programmi di viaggio poiché queste informazioni possono arrivare indirettamente a persone poco raccomandabili; installare, se possibile, un dispositivo automatico che, ad intervalli di tempo, accenda le luci, la radio, la televisione; evitare l'accumularsi di posta e pubblicità nella cassetta delle lettere chiedendo ad un vicino di ritirarla; non divulgare la data del rientro e, anche alla segreteria telefonica, non dare informazioni specifiche sulla propria assenza.

- Per un abitazione più sicura: rendere sicure porte e finestre. Ideale è una porta blindata con serratura antifurto e spioncino; installare in casa un sistema di antifurto elettronico o vetri antisfondamento. In alternativa è sempre valido il ricorso alle grate, purché siano robuste e lo spazio tra le sbarre non superi i 12 centimetri; se l'interruttore della luce è all'esterno, proteggerlo con una cassetta metallica per impedire che qualcuno possa staccare la corrente; meglio non tenere in casa grosse somme di denaro, gioielli o oggetti di valore; luce e rumore tengono lontano i malviventi: se sei solo tieni accesa la luce in due o più stanze per simulare la presenza di più persone.

- Se sei in casa tieni la porta protetta col paletto o la catena di sicurezza.

- Se hai bisogno della riproduzione di una chiave incarica una persona di fiducia evitando possibilmente di riportare su targhette nome e indirizzo.

- Se perdi la chiave di casa o subisci uno scippo o un borseggio, è necessario sempre cambiare la serratura.

- Assicurati, uscendo e rientrando, che la porta di casa ed il portone del palazzo restino ben chiusi.

- Non far sapere, fuori dall'ambiente familiare, se in casa ci sono oggetti di valore o casseforti né dove si trova la centralina dell'allarme.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata