Scandalo Mose, Orsoni: Il tempo sarà galantuomo, io colpito ingiustamente

Venezia, 16 giu. (LaPresse) - "Il tempo sarà galantuomo e nel tempo capiremo meglio ciò che è accaduto, nel tempo sapremo quel che è successo anche al di fuori di quest'aula". Lo ha detto il sindaco dimissionario di Venezia, Giorgio Orsoni, in Consiglio comunale, commentando gli esiti dell'inchiesta sul Mose che lo ha visto coinvolto. "Devo dire - ha precisato Orsoni - che questo momento la mia tristezza non riguarda soltanto me. Io credo che questa vicenda, che ha colpito in un modo che ritengo ingiusto, duramente me e la mia famiglia, chi mi è vicino, sia una vicenda che ha colpito gravemente tutta la città. E credo che con responsabilità si debba prenderne atto facendo quel che è necessario, nell'interesse della città, ma anche sapendo che c'è stato qualcosa che non ha funzionato e che ha determinato una situazione di grave imbarazzo per tutta la città".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata