Sbarchi, tra giovedì e venerdì soccorsi in Canale Sicilia 600 migranti

Roma, 23 nov. (LaPresse) - Nelle ultime 48 ore la Nave Gregoretti CP920 della guardia costiera è stata impegnata in acque libiche in 5 diverse operazioni di soccorso di migranti. Diverse sono state le chiamate da telefoni satellitari da parte di migranti a bordo di gommoni che cercavano di attraversare il canale di Sicilia. La nave della guardia costiera, che si trovava nello Stretto di Sicilia in attività di controllo pesca, su disposizione della centrale operativa di Roma ha effettuato tra la notte di giovedì e la giornata di venerdì 5 soccorsi che hanno riguardato 520 migranti.

Successivamente Nave Gregoretti è stata dirottata a circa 60 miglia a nord di Tripoli insieme alla motonave Epic Bali, battente bandiera di Singapore e con a bordo 78 migranti salvati in un precedente soccorso, al fine di dare assistenza a un altro mercantile, 'Eviacement III, dirottato in zona dalla centrale operativa di Roma, che aveva individuato un ulteriore gommone e stava procedendo al trasbordo di 93 migranti.

Una volta a bordo uno dei migranti ha dichiarato la scomparsa del fratello, la centrale operativa di Roma ha quindi disposto la ricerca da parte delle unità intervenute nell'area. Effettuata la ricerca, la Nave Gregoretti dopo aver preso a bordo i 78 migranti salvati precedentemente dal mercantile Epic Bali ha fatto rotta verso Porto Empedocle, dove arriverà alle 17, mentre la motonave Eviacement III si dirige verso il porto di Augusta, dove arriverà intorno le 22.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata