Sbarchi, candidato Lega con disoccupati su un barcone diretto in NordAfrica

Lampedusa, 23 mag. (LaPresse) - Ha preso il largo alle 16.22 la barca di Angelo Ciocca, candidato della Lega Nord alle europee nella circoscrizione nord-ovest, partito dal Porto Nuovo di Lampedusa diretto alle coste del Nord Africa, accompagnato da cinque disoccupati provenienti da differenti regioni italiane. I cinque italiani sono un ex cuoco e fioraio classe 1952, insieme alla sorella di 68 anni che vive una condizione disagiata, senza lavoro ma anche senza pensione; un giovane disoccupato ligure di 25 anni, un ex camionista di 62 anni con famiglia e figli a carico e una ex commessa di abbigliamento di 42 anni della provincia di Milano, oggi anche lei senza alcuna occupazione. Una volta giunti sulle coste africane, chiederanno un'opportunità di lavoro alle autorità locali, invocando a gran voce la critica situazione occupazionale nel nostro Paese. Il viaggio si può seguire in tempo reale su Facebook nella pagina di Angelo Ciocca.

Sul barcone sventola la bandiera della Lega Nord. Il candidato della Lega ha annunciato di aver dovuto cambiare rotta: non più Tunisia, ma Libia. "Dobbiamo rivedere la rotta. Mi ha chiamato il primo consigliere dell'ambasciata italiana a Tunisi - scrive Ciocca - e mi ha invitato a non sbarcare in Tunisia. Ultimamente gli sbarchi di clandestini provenienti dalla Tunisia (anche grazie agli accordi presi da Roberto Maroni) sono diminuiti. In accordo con il capitano ci dirigiamo verso le coste della Libia! Non si molla di un centimetro".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata