Savona, cardinale Calcagno indagato per malversazione
Coinvolte nella vicenda anche don Pietro Tartarotti, Gianmichele Baldi e il figlio Gianmarco

L'ex vescovo di Savona, il cardinal Domenico Calcagno, è indagato assieme ad altre tre persone per le irregolarità amministrative che hanno portato a un ammanco di alcuni milioni di euro nel bilancio dell'istituto per il sostentamento del clero della città ligure. Lo riporta il sito del Secolo XIX, spiegando che l'accusa per tutti è di malversazione.

Gli altri indagati sono don Pietro Tartarotti, fino al 2014 presidente dell'Ente ed ora parroco alle Fornaci, Gianmichele Baldi, vice presidente fino ad ottobre 2013 e personaggio molto vicino alla chiesa locale, e il figlio Gianmarco. Secondo l'accusa, il cardinale avrebbe avallato l'attività immobiliare gestita da Tartarotti e Baldi padre, da cui sarebbero derivati poi i reati.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata