Savoia, la salma della regina Elena torna in Italia
Le spoglie sono ora al Santuario di Vicoforte e presto potrebbero arrivare anche quelle del marito, re Vittorio Emanuele III

Torna in Italia la salma dell'ultima regina d'Italia, Elena di Savoia. L'avvocato Luca Fucini, delegato all'estumulazione della Salma di Elena di Savoia dal Cimitero Saint-Lazare di Montpellier alla volta dell'Italia, esprime "la gratitudine della Famiglia di Savoia alla città francese che dal 1952 l'ha custodita con amorevole cura". La Famiglia ne ha deliberato la traslazione in Italia e le spoglie della regina sono state tumulate nel mausoleo della famiglia Savoia: il Santuario di Vicoforte, in provincia di Cuneo.

Nata a Cettigne, l'allora capitale del Regno di Montenegro, nel 1873, Elena di Savoia era la sestogenita fra gli undici figli di Nicola I Petrovic Njegoš, principe e poi re del Montenegro, e di Milena Vukotic. Studiò a Pietroburgo, frequentò la corte russa e dedicò la sua vita alle opere caritatevoli e filantropiche, che le fecero meritare la Rosa d'Oro della Cristianità. Il 24 ottobre 1896 sposò il principe di Napoli Vittorio Emanuele, futuro re d'Italia, divenendo regina il 29 luglio 1900. Dopo l'abdicazione del 9 maggio 1946 seguì il marito in Egitto e dopo la morte di Vittorio Emanuele nel 1947, Elena di Savoia si trasferì in Francia. Morì a Montpellier nel 1952.

Secondo il rettore della basilica di Vicoforte, don Meo Bessone, anche le spoglie di re Vittorio Emanuele III di Savoia saranno presto traslate nel Santuario per riposare accanto a quelle delle moglie.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata