San Ferdinando, la denuncia del migrante: "Tre euro per quattro ore di lavoro"
I migranti di San Ferdinando sono usciti in strada per protestare per l'uccisione del bracciante sindacalista maliano Soumalaya Sacko, rimasto coinvolto in una sparatoria con le forze dell'ordine alcuni giorni fa. I lavoratori immigrati della Piana di Gioia Tauro si ribellano anche per le paghe inumane e per lo squallore delle condizioni di vita: "Tre euro per quattro ore di lavoro. Ma la Polizia questo non lo sa" dice Ibrahim, uno dei manifestanti.