Salute, Veronesi: Solo la scelta vegetariana salverà il pianeta

Roma, 27 ott. (LaPresse) - "Il mio mondo ideale è un mondo in cui non si uccidono gli animali per ingoiarli e dunque in cui il consumo di carne è uguale a zero". Lo scrive in intervento su Repubblica l'oncologo ed ex ministro della Sanità. "Primo - spiega - perché amo gli animali e dunque non li mangio. Non capisco coloro che si scandalizzano all'idea di mangiare il proprio gatto o il proprio cane, ma consumano a cuor leggero le costolette di agnello, un cucciolo delizioso e indifeso che viene massacrato strappandolo dal seno materno a pochi mesi di vita. Ritengo che gli esseri viventi facciano parte dell'equilibrio del Pianeta e i loro diritti vadano rispettati".

"Prima di tutto - prosegue - quello alla vita. Secondo, perché la carne non è un alimento sostenibile in un universo dove oggi vivono 7 miliardi di esseri umani e oltre 4 miliardi di animali da allevamento e fra poche decine d'anni, se il trend demografico continua con le attuali caratteristiche, vivranno 9 miliardi di uomini e la domanda di carne aumenterà dagli attuali 220 milioni di tonnellate a più di 460 milioni".

"Si prospetta l'incubo - conclude - di avere più capi di bestiame che uomini sulla Terra, con una percentuale di questi esseri umani che moriranno comunque ancora di fame Come diceva Einstein, niente può aumentare le possibilità di sopravvivenza dell'uomo sulla terra quanto la scelta vegetariana".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata