Salute, Iss: 1.627 casi morbillo nel 2019, 86% non era vaccinato

Milano, 31 gen. (LaPresse) - Tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2019 sono stati segnalati 1.627 casi di morbillo (di cui 14 nel mese di dicembre). Per quanto riguarda i casi di morbillo (età mediana 30 anni) tutte le Regioni hanno segnalato casi nel periodo considerato, ma il 58% si è verificato in Lazio e Lombardia. L'86% dei casi non era vaccinato al momento del contagio e il 31% ha manifestato almeno una complicanza. Oltre il 60% dei casi si è verificato in persone tra 15 e 39 anni di età ma l'incidenza più elevata è stata registrata nella fascia di età 0-4 anni. È quanto emerge dai dati del numero di gennaio 2020 di Morbillo & Rosolia News, il bollettino del sistema di Sorveglianza Integrata del Morbillo e della Rosolia coordinato dall'Istituto Superiore di Sanità. Quasi il 46% è stato ricoverato in ospedale, il 25% si è rivolto al pronto soccorso e 62 casi hanno riguardato bimbi con meno di un anno di età. Nel mese di febbraio 2019 è stato segnalato un decesso per complicanze respiratorie del morbillo, in una persona adulta (45 anni) non vaccinata, con patologie concomitanti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata