Salma di Mike presto restituita ai parenti

Milano, 9 dic. (LaPresse) - Questa mattina nell'Istituto di Medicina Legale di piazza Gorini a Milano verranno effettuati controlli sulla bara di Mike Bongiorno, ritrovata ieri nel comune di Vittuone, nel milanese. Il dipartimento della scientifica dei carabinieri, su indicazione del pm di Milano Tiziana Siciliano, verificheranno se le viti della bara siano state manomesse e se il sarcofago di zinco che contiene il corpo del presentatore sia danneggiato e corrisponda a quello in cui è stato sepolto. Se tutto dovesse risultare in ordine, il pm intende restituire oggi stesso la salma alla famiglia senza far aprire la bara per effettuare ulteriori accertamenti. Il pm sarebbe anche pronta a trasmettere il fascicolo alla procura di Verbania, che si è occupata delle indagini fin dai primi momenti. Già ieri sera, da quanto si è appreso, sono stati effettuati i primi controlli per verificare se fossero rimaste tracce o impronte digitali sulla bara. Il feretro, però, è stata ritrovato in un piccolo canale, vicino ad un ponticello, nei pressi della chiesetta di Santa Maria del Lazzaretto, nelle campagne attorno a Vittuone. Secondo quanto ipotizzano gli investigatori, la salma di Mike Bongiorno potrebbe essere stata trasportata in quel punto con una station wagon, e poi scaricata e fatta scivolare nella roggia lungo un pendio a lato del ponticello. Quando è stata portata a Milano, la bara appariva in buone condizioni ma era intrisa d'acqua per essere rimasta alcune ore nel canale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata