Salerno, rapine ed estorsione: 32enne in manette

Salerno, 16 set. (LaPresse) - E' stato arrestato ieri sera dalla polizia un 32enne pregiudicato ritenuto responsabile di numerose rapine. L'11 settembre a Salerno l'uomo, con la minaccia di un coltello, ha intimato a un professionista che si trovava alla guida di un autovettura, di consegnargli tutto il denaro ed i beni di valore impossessandosi del telefono cellulare e dileguandosi, subito dopo l'azione, a bordo di uno scooter facendo perdere le proprie tracce. Il 13 e 14 settembre ha tentato un'estorsione ai danni del gestore di un bar di Salerno, danneggiando l'insegna del locale e dei vasi collocati davanti all'esercizio commerciale. Il 32enne aveva chiesto al negoziante, che si era rifiutato, di consegnargli cinquemila euro.

Le ulteriori indagini hanno permesso di imputare allo stesso pregiudicato tre ulteriori rapine, tutte commesse con l'uso di armi, ai danni di gestori di due supermercati e di un bar avvenute in Salerno da giugno ad agosto. La prima è una rapina aggravata subita da un supermercato 'Decò' il 25 agosto, commessa da un uomo armato di pistola; una rapina aggravata al bar 'Chocolate Cafè', commessa da un uomo armato di una siringa, il 24 giugno; una rapina aggravata al supermercato Sisa consumata da un uomo armato di coltello il 26 agosto L'uomo, rintracciato ieri sera, accortosi della presenza dei poliziotti, ha tentato di scappare calandosi dal balcone dell'abitazione, venendo subito bloccato dagli dagli ufficiali ed agenti di polizia giudiziaria, sottoposto a fermo e successivamente portato in carcere.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata