Saldi al via in quattro Regioni: spesa media di 346 euro a famiglia

Roma, 2 gen. (LaPresse) - Saldi invernali al via in quattro Regioni italiane: da oggi, infatti, i negozi di Basilicata, Campania, Sicilia e Valle d'Aosta iniziano gli sconti di stagione. Per tutte le altre Regioni, invece, bisognerà attendere il 5 gennaio. Secondo le stime dell'Ufficio Studi di Confcommercio ogni famiglia spenderà 346 euro per l'acquisto di capi d'abbigliamento, calzature ed accessori (il 3% in più rispetto all'anno scorso), per un valore complessivo di 5,4 miliardi di euro.

ABBIGLIAMENTO E CALZATURE AL TOP. Dal consueto sondaggio realizzato da Confcommercio e Format Research emerge un aumento della percentuale di consumatori che farà acquisti: il 55% contro il 51% del gennaio 2015. In crescita la percentuale degli italiani che considera "importante" il periodo dei saldi. Le preferenze vanno, come da tradizione, ai capi di abbigliamento (94,1), calzature (72,8), accessori (30,7) e biancheria intima (26,4). In leggera flessione gli articoli sportivi (17,7) e i prodotti di pelletteria (17,5).

DONNE E OVER 45 I PIU' ATTENTI AI SALDI. Attendono i saldi per acquistare qualsiasi tipo di prodotto soprattutto le donne, i consumatori in età superiore ai 45 anni, residenti nelle grandi aree metropolitane e nelle regioni del Mezzogiorno, le famiglie. Aumenta significativamente la percentuale dei consumatori che si sente tutelata acquistando a saldo (dal 62,1% dei saldi di gennaio 2015 al 65%). In lieve diminuzione quanti ritengono che acquistare presso i siti internet sia più conveniente piuttosto che non l'acquisto nei punti di vendita tradizionali.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata