Ruby ter, Greco: Certezze su morte Imane solo dopo l'autopsia

Milano, 18 apr. (LaPresse) - Nella morte di Imane Fadil "non è esclusa anche la causa naturale, anche se tutti gli accertamenti svolti all'Humanitas non hanno riscontrato patologie". Lo ha affermato il pm Francesco Greco in conferenza stampa in Tribunale a Milano sulla morte della 34enne marocchina. Per avere una certezza sulle cause della morte, però, bisognerà attendere "l'esito degli esami autoptici" che verranno eseguiti tra giovedì 21 e venerdì 22 marzo. Prima sarà necessario effettuare alcuni test sugli organi interni per valutarne l'eventuale radioattività e poi l'esame autoptico, come ha spiegato il Procuratore Greco, con una serie di "precauzioni" tra cui la presenza di apparecchiature particolari a disposizione dei vigili del fuoco".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata