Ruby, giudici: No telecamere in aula tranne che a lettura sentenza

Milano, 20 giu. (LaPresse) - I giudici della seconda Corte d'appello di Milano hanno deciso che le telecamere non entreranno nell'aula del processo d'appello a Silvio Berlusconi per il caso Ruby. Unica eccezione per la sentenza quando le tv potranno assistere alla lettura del dispositivo. Il presidente del collegio Enrico Tranfa, però, si è riservato di decidere se ammettere una telecamera di un'unica emittente che poi dovrà distribuire gratuitamente le riprese alle tv concorrenti. La decisione è arrivata dopo una breve camera di consiglio. Ora il giudice relatore Concetta Lo Curto sta illustrando la sua relazione sulla vicenda che ha portato Silvio Berlusconi ad una condanna a 7 anni per concussione e prostituzione minorile.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata