Roma, uomo ucciso in casa alla Garbatella: un sospettato
La persona fermata è un uomo che la vittima, massacrata di botte, conosceva

Un uomo è tuttora trattenuto in caserma dopo diverse ore di interrogatorio e gli inquirenti lo considerano fortemente indiziato dell'omicidio di David Maurizio, il sessantenne ucciso nel proprio appartamento nel quartiere romano della Garbatella. La persona fermata è un uomo che la vittima conosceva.

CORPO SENZA VITA. Il corpo senza vita di un uomo di 60 anni era stato trovato nel quartiere romano della Garbatella, in via Caffaro 24, nell'appartamento dove la vittima viveva. Il corpo dell'uomo era riverso in una pozza di sangue, chiuso nell'appartamento nel quale viveva al civico 24 di via Caffaro: qualcuno lo ha massacrato di botte, forse con un oggetto contundente, fino ad ucciderlo. La vittima non presenta ferite da arma da taglio e non è stata colpita da arma da fuoco. Gli inquirenti non hanno dubbi sul fatto che si tratti di un omicidio ma si indaga per capire chi abbia ucciso e perché.

Sul caso indagano i carabinieri del Nucleo investigativo di via in Selci e quelli della Compagnia Eur che dal primo pomeriggio hanno sentito gli abitanti dello stabile e tutte le persone più vicine alla vittima. L'uomo era separato e non aveva un lavoro ma si manteneva con una piccola pensione di invalidità. Sul caso indagano i carabinieri del Nucleo investigativo di via in Selci e quelli della Compagnia Eur.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata