Roma, uccide la cognata dopo un litigio: arrestato
Sul posto gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato gli arnesi utilizzati per l'omicidio

Omicidio nella notte nel quartiere Tuscolano di Roma. E' accaduto verso le 23 di ieri in via Sinopoli: le grida provenienti da un'abitazione sita al civico 43 hanno richiamato l'attenzione di alcuni vicini che hanno avvertito la polizia. In breve sul posto sono giunte le pattuglie del reparto volanti, che hanno individuato e arrestato il presunto responsabile, un cittadino moldavo 41enne che si aggirava in strada con uno zaino sulle spalle, forse pronto a fuggire.

Gli agenti hanno accertato che poco prima l'uomo, ubriaco, aveva avuto una lite con la cognata, sua connazionale, di 38 anni, al culmine della quale l'aveva colpita alla gola con un coltello e poi con un martello alla testa. Sul posto gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato gli arnesi utilizzati per l'omicidio. Le indagini in corso cercheranno di appurare i motivi che hanno determinato la lite, anche se a far degenerare la situazione sembrerebbe aver avuto un ruolo determinante lo stato di ebbrezza dell'uomo.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata