Roma, da gennaio addio ai bus turistici nel centro storico

L'annuncio sui social di Virginia Raggi: "Abbiamo vinto la battaglia"

Stop ai bus turistici nel centro di Roma dal 1 gennaio 2019. Ad annunciarlo è la sindaca capitolina, Virginia Raggi, che festeggia come una vittoria il via libera del Consiglio di Stato all'applicazione del nuovo regolamento comunale, con il rigetto della richiesta di sospensiva. "Ce l'abbiamo fatta: i bus turistici dovranno rimanere fuori dal Centro storico", esulta Raggi su Facebook, che parla di "una battaglia vinta per i cittadini che ha messo la parola fine a un'anomalia del passato".

Per la sindaca quella del Consiglio di Stato è "una decisione importante a tutela del nostro patrimonio storico e archeologico, ma anche per abbattere l'inquinamento atmosferico e acustico - aggiunge Raggi - Con questo nuovo impianto di regole i pullman turistici avranno a disposizione nuove aree di sosta, brevi e lunghe, con fermate e accessi regolati mediante nuove tecnologie, ma fuori dal centro della nostra città. Dovranno inoltre pagare tariffe congrue, tarate sull'impatto inquinante del mezzo. Un cambiamento radicale, una vittoria per i cittadini".

Dal 1 gennaio dunque le Ztl bus a traffico limitato sono tre: quella che riguarda i pullman turistici, la C, sarà attiva tutti i giorni, festivi inclusi, 24 ore su 24, tranne casi di specifiche deroghe, in cui verrà rilasciata un'apposita autorizzazione C. Di conseguenza, aumentano le aree di sosta disponibili che circondano la Ztl bus C e verrà riorganizzata la sosta nell'area del Colosseo, riducendo inquinamento e rumore nei quartieri limitrofi. Inoltre, verrà esteso a tutti i giorni della settimana il numero contingentato per le aree di Colosseo e Vaticano. Non saranno più disponibili abbonamenti per gli operatori turistici, ma si potranno acquistare - solo online - carnet di ingressi da diversi tagli. Gli abbonamenti verranno rilasciati solo per i permessi Gran Turismo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata