Roma, si introduce in un camper e violenta donna nel sonno: arrestato

Roma, 17 lug. (LaPresse) - Un uomo seminudo in strada, rifugiatosi in un bar in via dello Scalo San Lorenzo, che cercava di sfuggire ai suoi assalitori. Questo lo scenario presentatosi agli agenti della polizia di Stato del commissariato San Lorenzo e del Reparto Volanti, giunti sul posto a seguito di diverse segnalazioni giunte alla sala operativa.

Il presunto assalito, romano di 43 anni, ha riferito loro di essere stato aggredito senza motivo da un uomo armato di coltello e da una donna mentre transitava, a piedi, nelle vicinanze di un camper parcheggiato poco lontano.

I poliziotti del commissariato San Lorenzo, effettuando le indagini, hanno però scoperto una realtà ben diversa. Rintracciati i presunti assalitori, sono venuti a conoscenza che i due, poco prima, stavano dormendo all'interno di un camper parcheggiato nelle adiacenze quando la donna, sorpresa nel sonno, si è sentita sfilare i pantaloni e palpeggiare nelle parti intime.

Pensando sul momento ad un approccio del suo compagno, non si è subito allarmata salvo poi, accortasi dell'intruso, iniziare a gridare, tanto da indurre il violentatore a fuggire immediatamente e svegliando il suo compagno che stava dormendo in un altro letto.

I due, armati di un coltello e di una forbice, hanno iniziato ad inseguire il fuggitivo, rifugiatosi prima in un pub e poi in un bar, dove è stato rintracciato dai poliziotti.

Condotto negli uffici del commissariato, il 43enne è stato quindi arrestato per violenza sessuale.

Il compagno della donna, sorpreso in possesso del coltello, è stato invece denunciato in stato di libertà.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata