Roma, sequestri per oltre 1 milione a due fratelli: 'pilotavano' fallimento di società

Al lavoro i finanzieri del comando provinciale della Capitale

I finanzieri del comando provinciale di Roma hanno eseguito un sequestro preventivo di beni del valore di oltre un milione di euro - disposto dal gip del Tribunale di Velletri - nei confronti di due fratelli, in relazione al fallimento di una società operante nel settore della fabbricazione di prodotti di cartotecnica. Il provvedimento scaturisce dalle indagini delle fiamme gialle della compagnia di Pomezia da cui è emerso che i due germani, a fronte di un’elevata esposizione debitoria, avrebbero depauperato il patrimonio della società privandolo delle attività più redditizie ai danni dei creditori e, soprattutto, dell’Erario, creditore di oltre 2 milioni di euro per imposte mai versate.