Roma, sequestrati 7 chili di cannabis white widow: 4 arresti

Roma, 10 mag. (LaPresse) - La polizia di Roma ha sequestrato in zona Policlinico 7 chili di white widow e 12.800 euro. In manette due spagnoli e due romene, denunciato per favoreggiamento un italiano. Le indagini sono partite da un precedente arresto di due cittadini italiani avvenuto lo scorso mercoledì in zona Fidene. Gli investigatori avevano avuto modo di scoprire un appartamento in via Imperia in cui presumibilmente veniva detenuto dello stupefacente. Dopo una serie di appostamenti gli agenti hanno individuato un giovane italiano, che era solito incontrarsi in quella zona con alcuni ragazzi spagnoli; proprio seguendo i movimenti dell'italiano è stato così possibile 'pizzicarlo' nel momento in cui usciva dall'appartamento sorvegliato.

I poliziotti, ieri mattina, hanno fermato il giovane, nonostante alla loro vista abbia tentato di allontanarsi a bordo della sua auto, e gli hanno trovato addosso le chiavi della casa di via Imperia, così hanno deciso di procedere al controllo dell'immobile, alla ricerca della droga. All'interno dell'abitazione erano presenti due cittadini spagnoli, titolari del contratto d'affitto, che in quel momento non avevano stupefacente, ma erano in possesso di 12.800 euro in contanti di cui non sapevano specificare la provenienza.

Spiegazioni che sono arrivate più tardi quando un messaggio inviato sul cellulare di uno dei due stranieri "Ciao, alle 14 siamo là", è stato letto anche dagli agenti che a quel punto hanno voluto vederci chiaro. All'appuntamento, naturalmente, si sono fatti trovare anche i poliziotti, e quando nei pressi dell'abitazione si sono presentate due ragazze a bordo di un'auto di grossa cilindrata, gli investigatori sono intervenuti e dopo averle identificate, hanno controllato l'auto. All'interno del vano per la ruota di scorta, sono state rinvenute 12 grosse confezioni di white widow, un tipo di cannabis molto ricca di principi attivi, per un totale di oltre 7 kg.

Sequestrato lo stupefacente e l'auto usata per trasportarlo, tutte e cinque le persone sono state accompagnate negli uffici del commissariato Fidene Serpentara dove, al termine degli accertamenti, che hanno consentito di far luce sulle responsabilità di ognuno, i 4 stranieri sono stati arrestati mentre il giovane italiano è stato denunciato per favoreggiamento. Messi a disposizione dell'autorità giudiziaria, dovranno rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata