Roma, sequestrati 1400 chili di botti illegali: 6 denunce e un arresto

Roma, 29 dic. (LaPresse) - I carabinieri di Roma e provincia, in queste ore che precedono la fine dell'anno, hanno sequestrato 1.400 chili di botti illegali o detenuti illegalmente denunciando in totale 6 persone e arrestandone una. Il sequestro più importante è stato eseguito, nella notte, quando i militari sono riusciti a togliere dal mercato illegale 500 chili di pericolosissime bombe carta. Nell'abitazione di un pregiudicato, soprannominato 'Miccia', a Monterotondo, i carabinieri hanno scovato la 'Santa Barbara'. Già con precedenti specifici, l'uomo, 57 anni con l'inequivocabile soprannome, è stato denunciato.

Ieri sera, invece, i carabinieri di Ostia hanno sorpreso un 59enne mentre trasportava illegalmente a bordo della sua utilitaria oltre 50 chili di giochi pirotecnici. Successivamente, all'interno della cantina della sua abitazione, i militari hanno rinvenuto e sequestrato altri 150 chili di pericolosi fuochi artificiali, illegalmente detenuti. L'uomo, già noto alle forze dell'ordine, è stato denunciato.

I carabinieri di Palestrina hanno, invece, interrotto la vendita abusiva di pericolosi botti che 2 napoletani stavano svolgendo all'uscita dell'autostrada di San Cesareo. A bordo del loro mezzo furgonato, avevano messo in bella mostra, suddivisi per categorie ognuna delle quali descritte con tanto di cartello, 150 chili di giochi pirotecnici illegali.

Altro sequestro per detenzione illegale di 10 chili di materiale pirotecnico, privo dell'etichettatura marchio CE, è stato eseguito dai carabinieri di Pomezia presso l'abitazione di un 30enne che è stato denunciato. Sempre nel corso delle verifiche, prima di Natale, i carabinieri nella capitale avevano già sequestrato 7 quintali di botti illegali, arrestato una persona e denunciate altre due.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata