Roma, sequestra e violenta la compagna per due giorni: arrestato 44enne

Roma, 21 giu. (LaPresse) - E' finita questa mattina dopo due giorni di violenze fisiche e psicologiche l'odissea di una 45enne di nazionalità polacca sequestrata in casa dal compagno romano di 44 anni. Le sevizie sono iniziate ieri mattina quando l'uomo è stato accompagnato a casa dai carabinieri dopo essere stato processato per evasione agli arresti domiciliari. Contrariato dall'aggravamento di pena, appena si è trovato solo in casa con la convivente ha chiuso a chiave tutte le porte d'ingresso dell'abitazione e dopo aver nascosto le chiavi si è appropriato del passaporto e della carta d'identità della donna. Ha poi preso il cellulare della compagna cancellando tutte le utenze telefoniche e i numeri in rubrica per impedirle di chiamare qualche conoscente in suo soccorso. Infine, si è scagliato contro di lei, malmenandola e costringendola ad avere rapporti sessuali. Solo dopo due giorni di sofferenze la donna è riuscita, in un attimo di distrazione, ad aprire la porta di casa fuggendo a piedi nudi in strada per chiedere aiuto. Accompagnata al pronto soccorso del San Pietro, per guarire dalle ferite riportate sul corpo ci vorranno 30 giorni; per il 43enne si sono invece aperte le porte delle carceri di Regina Coel

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata