Roma, scoperta zecca clandestina di monete da 1 e 2 euro, 3 arresti

Roma, 19 gen. (LaPresse) - La gdf di Aversa e i carabinieri del comando antifalsificazione monetaria di Roma, con un blitz scattato nella tarda serata di mercoledì scorso, hanno fatto irruzione all'interno dell'autorimessa di una villa isolata nelle campagne di Gallicano nel Lazio, che era stata adibita a vera e propria zecca clandestina per la coniazione di monete Euro false di ottima fattura. Tre i falsari arrestati in flagranza di reato, mentre erano intenti a produrre le monete contraffatte: due di loro vantano un'esperienza da orefici e incisori, messa a frutto per la creazione delle matrici impiegate per la coniazione. Un lavoro certosino di altissima precisione. Per meglio ingannare la buona fede delle persone e agevolare l'immissione in circolazione della valuta falsa, le monete da 2 euro erano coniate con la faccia nazionale italiana nella versione commemorativa 'Olimpiadi Invernali di Torino', meno diffusa e conosciuta, così come le monete da un euro riportavano la faccia nazionale francese, meno frequente nel nostro paese.

Oltre alle numerose monete false già pronte per essere spese, all'interno dell'opificio clandestino, c'erano anche decine di migliaia di anelli e tondelli necessari per l'illecita produzione, in procinto di essere utilizzate per la ulteriore coniazione di un ingente quantitativo di monete da immettere nel mercato. Posti sotto sequestro anche la pressa idraulica, i conii per le incisioni ed altro materiale impiegato per la falsificazione, per un valore totale di circa 120.000 euro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata