Roma, sciopero europeo: 4 cortei e sit-in tra scuola e austerità

Roma, 14 nov. (LaPresse) - La scuola, ma non solo. La Cgil, i Cobas, e l'Usb saranno in piazza oggi a Roma per lo sciopero generale europeo. Motivo della protesta le politiche di tagli al settore e i mancati investimenti, e - per i docenti - la proposta contenuta nella legge di stabilità di aumentare le ore di insegnamento. Professori e studenti contestano inoltre l'ex ddl Aprea all'esame del Senato. Nella capitale la manifestazione della Cgil partirà da piazza Bocca della verità e qui confluirà parte del movimento studentesco e del Coordinamento delle scuole di Roma, che sarà presente anche al corteo degli studenti dell'Uds che partirà da Castro Pretorio. Gli universitari si vedranno, invece, a piazzale Aldo Moro, per poi convergere a piazza della Repubblica, da dove prenderanno le mosse i Cobas che si dirigeranno verso piazza Venezia.

Gli 'studenti medi in mobilitazione' invece, si incontreranno alla Piramide e in seguito dovrebbero riunirsi agli universitari, ma il percorso non è stato autorizzato dalla questura. Un altro concentramento è sotto il ministero dell'Istruzione dove dalle 10 si sono dati appuntamento i militanti dell'Unicobas scuola. Infine, il comitato No Monti Day ha indetto un sit-in alle ore 12 a piazza Montecitorio, a cui aderisce tra gli altri l'Usb, contro le politiche del governo "che in ossequio ai diktat europei continua a massacrare lavoratori e lavoratrici, donne e giovani, pensionati e precari, servizi pubblici e welfare, per salvaguardare i profitti degli speculatori e del padronato".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata