Roma, palpeggia bimbo in cortile: arrestato un ventenne
Il piccolo, in stato shock, è tornato a casa e ha raccontato quanto accaduto ai genitori

Un ventenne di origini somale, richiedente asilo in Italia, è stato arrestato ieri a Fiano Romano per aver palpeggiato pesantemente un bimbo di otto anni che giocava in un cortile condominiale.

I fatti sono avvenuti nel pomeriggio: la vittima era in cortile con un amico coetaneo, quando sarebbe stata avvicinata e aggredita dal somalo che subito dopo sarebbe fuggito. Il piccolo, in stato shock, è tornato a casa e ha raccontato quanto accaduto ai genitori che hanno a loro volta presentato denuncia ai carabinieri.

L'uomo, rintracciato poco dopo presso il centro sprar (sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) di Fiano Romano, è stato arrestato ed è in carcere a Rieti con l'accusa di violenza sessuale sul bimbo.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata