Roma, litiga con la ex e tenta suicidio da ponte Risorgimento
L'uomo è stato salvato dagli agenti

Una lite particolarmente animata al cellulare con la ex moglie. Questo il motivo alla base del gesto estremo tentato da un cittadino irlandese. E' accaduto all'alba di venerdì mattina, quando la Sala Operativa della Questura di Roma ha segnalato la presenza di un uomo in bilico su Ponte Risorgimento. Sul posto, sono giunti in breve gli agenti della Polizia di Stato del Reparto Volanti che, con molta cautela, gli si sono avvicinati.

Quando si  è accorto della presenza dei poliziotti, l'uomo si è proteso per gettarsi  nelle acque del Tevere, ma gli agenti, nonostante la difficoltà dovuta alla corporatura robusta dell'aspirante suicida, sono riusciti ad afferrarlo e ad adagiarlo sul marciapiede. Una volta messo in sicurezza, l'uomo è stato affidato alle cure del personale del 118, giunto nel frattempo.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata