Roma, interventi anti smog: fermi i veicoli più inquinanti fino al 27
Divieto di circolazione privata all'interno della cosidetta 'Fascia Verde'

Sono in vigore in questi giorni, a Roma, alcune misure che stabiliscono il divieto di circolazione privata all'interno della cosidetta 'Fascia Verde'. Gli interventi sono stati adottati sulla base dei criteri indicati nel Piano di intervento operativo, come stabilito dalla delibera n.76 del 28 ottobre 2016. I rilevamenti hanno, infatti, evidenziato livelli di inquinamento elevati e una situazione prevista di forte e persistente criticità nei prossimi giorni.

Il provvedimento si applica, il 25 e il 26 dicembre,  alle seguenti tipologie veicolari nella fascia oraria 7,30-20,30: -ciclomotori e motoveicoli 'PRE-EURO 1' ed 'EURO 1', a due, tre e quattro ruote, dotati di motore a 2 e 4 tempi.
-autoveicoli alimentati a benzina 'PRE-EURO 1', 'EURO1, ed 'EURO 2'.
-autoveicoli alimentati a gasolio 'PRE-EURO 1', 'EURO1' ed 'EURO2'.

Nella giornata del 27 dicembre il provvedimento si applicherà dalle ore 7,30 alle 20,30 alle seguenti tipologie veicolari: -ciclomotori e motoveicoli 'PRE-EURO 1' ed 'EURO 1' a due, tre e quattro ruote, dotati di motore a 2 e 4 tempi.
-autoveicoli alimentati a benzina 'EURO 2' Dalle ore 7,30 alle 10,30 e dalle 16,30 alle 20,30 a: -autoveicoli diesel 'EURO 3'

Resta confermato, per la giornata del 27 dicembre, che i veicoli 'PRE-EURO 1', 'EURO 1' ed 'EURO 2' diesel, nonché i veicoli 'PRE-EURO 1' ed 'EURO 1' benzina saranno interessati dal blocco h '0-24', sempre nella fascia verde, come stabilito da apposita ordinanza.
Si ricorda  che il 25, 26 e 27 dicembre - gli impianti termici dovranno garantire una riduzione della temperatura, non oltrepassando i 18°.

Tutti i cittadini sono caldamente invitati dal Campidoglio ad attuare una serie di azioni volontarie volte alla riduzione delle emissioni con l'obiettivo di contribuire a prevenire l'aumento delle concentrazioni inquinanti in atmosfera. In particolare: -optare, il più possibile, per l'uso dei trasporti pubblici; -utilizzare in modo condiviso l'automobile per contribuire alla riduzione dei veicoli circolanti (car pooling o car sharing);  -preferire veicoli elettrici, ibridi o alimentati con combustibili a basso impatto (es. metano); -adottare comportamenti di guida volti alla riduzione di emissioni inquinanti (es. moderare la velocità, mantenere spento il motore se non necessario, curare la manutenzione periodica del veicolo in modo da garantire un corretto funzionamento del motore e del veicolo nel suo complesso); -limitare gli orari di accensione degli impianti termici e ridurre la temperatura massima dell'aria negli edifici.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata