Roma, indagine su buche e strade dissestate dopo il maltempo
Neve e ghiaccio hanno danneggiato l'asfalto, che già non era in condizioni ottimali. Il Campidoglio: pronto piano da 17 milioni

La procura di Roma apre un fascicolo in relazione al pessimo stato dell'asfalto delle strade capitoline dopo il maltempo delle ultime settimane. L'indagine, al momento senza indagati né ipotesi di reato, arriva dopo vari esposti presentati da associazioni dei consumatori, e all'indomani del 'piano Marshall' per le strade annunciato dal Campidoglio. Intanto buche e voragini capitoline diventano star dei social dove oltre alle polemiche impazzano hashtag come #cinebuche e #Karabuche e altre fotografie e meme divertenti.

Nell'ultimo mese, neve e ghiaccio hanno danneggiato strade che già non erano in condizioni ottimali. A peggiorare la situazione la pioggia che, fatta eccezione per oggi, imperversa su Roma da giorni rendendo faticosi gli interventi di manutenzione e bloccando il traffico sulle principali arterie. A oggi sono decine le strade chiuse per danni all'asfalto o lavori in corso, mentre il Codacons annuncia una 'valanga' di cause risarcitorie contro il Campidoglio. Ma in tutta risposta Palazzo Senatorio lancia un piano straordinario che prevede di avviare subito l'esecuzione di lavori per circa 17 milioni di euro, con l'obiettivo di garantire la copertura di 50.000 buche in un mese, per una media di oltre 1.500 al giorno in tutta la città.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata