Roma, in due inneggiando ad Allah tentano di disarmare militari di guardia

Roma, 15 dic. (LaPresse) - Oggi a Roma due uomini, F.A. e D.E., un palestinese e un tunisino senza fissa dimora, rispettivamente di 40 e 30 anni, hanno cercato di sfilare il mitra ai militari di guardia alla basilica di Santa Maria Maggiore inneggiando ad Allah, dopo averli avvicinati con insulti e minacce. Una pattuglia di polizia di passaggio li ha bloccati. I due sono stati arrestati per resistenza e minacce a pubblico ufficiale e per istigazione a delinquere con finalità di terrorismo. Nel tentativo di sottrarsi all'arresto, hanno cercato di coinvolgere e far intervenire in loro aiuto altri stranieri che si trovavano nei pressi e che si sono invece allontanati senza raccogliere l'appello. I due sono stati prima accompagnati al commissariato Viminale, dove hanno mantenuto lo stesso atteggiamento aggressivo nei confronti degli agenti, e poi sono stati spediti in una struttura di Bari da dove saranno espulsi. Erano infatti già destinatari di diversi provvedimenti di espulsione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata