Roma, fanno esplodere bomba in chiesa e si vantano al bar: 6 denunce

Roma, 1 gen. (LaPresse) - Hanno fatto esplodere un ordigno rudimentale in prossimità di una chiesa, causando danni ingenti ad alcune stanze della parrocchia, poi sono andati al bar e si sono vantati di quanto accaduto con gli amici. Sei giovani, quattro di 17 anni e due di 18, sono stati denunciati dalla polizia con l'accusa di uso e detenzione di sostanze esplodenti e danneggiamento aggravato. A incastrarli sono stati i filmati delle telecamere piazzate fuori dalla chiesa. E' accaduto il 30 dicembre a Roma, in via Cardinale Garampi, nella chiesa di S. Lino Papa, ma la notizia è stata diffusa soltanto oggi. Al momento dell'esplosione, intorno alle 19.15, si stava svolgendo la messa, interrotta a causa di un forte boato proveniente dal piano superiore.

Il parroco è salito per accertare cosa fosse accaduto e aprendo la porta di una delle stanze ha visto una finestra completamente distrutta, con l'inferriata esterna divelta. Inoltre, la camera era piena di fumo. Il sacerdote ha quindi chiamato la polizia, che ha messo in sicurezza la chiesa e le vie limitrofe e ha richiesto l'intervento degli artificieri. Gli agenti hanno trovato resti di un ordigno artigianale confezionato con polvere pirica ed esploso all'esterno della parrocchia. Nel giro di qualche ora i sei responsabili sono stati rintracciati, anche grazie alle immagini delle telecamere che hanno mostrato il momento in cui il gruppo posizionava la bomba. Portati in questura, i ragazzi hanno confessato, raccontando di essere poi andati al bar per vantarsi con gli amici. Sul telefono cellulare di uno di loro è stata trovata la fotografia dell'ordigno appena preparato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata