Roma, evade dai domiciliari e minaccia passanti con pistola: in manette
L'uomo, arrestato precedentemente per rapina, era già evaso una prima volta la settimana scorsa

Era ai domiciliari per aver commesso una rapina ma, nonostante fosse già evaso solo tre giorni prima e per questo denunciato dalle forze dell'ordine, sabato sera è evaso di nuovo. Per questo un uomo di 45 anni è stato arrestato.

Dopo esser evaso dai domiciliari l'uomo ha preso la sua auto, peraltro senza avere la patente, e dal Collatino, a Roma, ha raggiunto il quartiere San Lorenzo; qui ha imboccato una strada contromano e difronte alle lamentele di alcuni passanti, è sceso dall'auto e li ha minacciati con una pistola. In particolare si è avvicinato ad una ragazza che lo aveva rimproverato e, puntandole l'arma alla tempia, ha minacciato di ucciderla. Poco dopo un uomo da una finestra gli ha gridato qualcosa e lui ha mollato la ragazza e ha diretto l'arma verso il palazzo da cui proveniva la voce. Proprio in quel momento sono arrivati sul posto due equipaggi del commissariato Esquilino, che hanno bloccato il malvivente.

Gli agenti hanno appurato che l'uomo avrebbe dovuto essere a casa perché ai domiciliari, e gli hanno trovato nascosta nella cinta dei pantaloni una pistola scacciacani, col tappo rosso manomesso, carica. L'uomo dovrà rispondere di evasione e minacce gravi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata