Roma, è morta la 13enne risucchiata dal bocchettone di aspirazione della piscina
È successo in un hotel di Sperlonga mentre stava facendo il bagno. Portata al policlinico Gemelli, non ce l'ha fatta

È morta in ospedale intorno alle 4.10 di notte la 13enne di Frosinone che mercoledì è stata portata d'urgenza al policlinico Agostino Gemelli di Roma per annegamento, dopo essere stata risucchiata da una delle bocchette di aspirazione della piscina di un hotel di Sperlonga nella quale stava facendo il bagno.

Sui fatti indagano i carabinieri.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata