Roma, due 16enni travolte e uccise a Ponte Milvio: conducente positivo ad alcol e droga
Roma, due 16enni travolte e uccise a Ponte Milvio: conducente positivo ad alcol e droga

La tragedia nel cuore della movida capitolina. Il conducente dell'auto è il figlio 20enne del regista Paolo Genovese: è indagato per omicidio stradale

Sono positivi gli esami alcolemico-tossicologici eseguiti in ospedale sul ventenne Pietro Genovese che era alla guida del veicolo che nella notte tra sabato e domenica ha investito e ucciso due ragazza di 16 anni a Roma.  E' quanto comunicano fonti della polizia locale che indaga sul fatto. I test "hanno dato risultato non negativo sia agli esami alcolemici che tossicologici", fanno sapere gli inquirenti. Solo i successivi esiti degli ulteriori esami, che perverranno nei prossimi giorni, potranno stabilire i parametri, tipologia ed il livello di sostanze rinvenute.

Le due giovani si chiamavano Gaia Von Freymann e Camilla Romagnoli:  intorno all'una, hanno perso la vita a Roma dopo essere state travolte da un'auto a Ponte Milvio, lungo Corso Francia, classico luogo di ritrovo della movida capitolina. Stando a una prima ricostruzione dei vigili urbani, le giovani stavano attraversando la carreggiata per raggiungere un gruppo di amici dall’altra parte della strada quando una vettura – alla cui guida c'era un ragazzo di 20 anni – le ha centrate, uccidendole. Il ragazzo, Pietro Genovese – figlio del noto regista Paolo – si è subito fermato a prestare soccorso, ma poi è stato "preso in consegna" dalla Polizia, che lo ha sottoposto ai test sull'assunzione di alcol e droga. In quel momento sulla capitale pioveva a dirotto. Sono in corso accertamenti per ricostruire l'esatta dinamica dell'accaduto; i periti e i tecnici della Polizia locale dovranno stabilire a che velocità stava viaggiando al momento dell'incidente il 20enne romano, che è indagato per omicidio stradale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata