Roma, donna trovata morta nel suo letto. Il marito confessa: "L'ho soffocata"

L'uomo dopo aver ucciso la moglie ha minacciato di suicidarsi puntandosi un coltello alla golla. I carabinieri sono riusciti a fermarlo

 Il marito avrebbe confessato: "L'ho soffocata". Sarebbe quindi stato lui ad uccidere la moglie in via Albalonga 23, nel quartiere San Giovanni nella capitale. La vittima è una donna romana, di 67 anni, trovata senza vita nel suo letto. Il marito, di 64 anni, anche lui romano, ha poi minacciato di uccidersi puntandosi un coltello alla gola.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di piazza Dante che sono riusciti a fermarlo, lo hanno disarmato e lo hanno portato in caserma, dove hanno ascoltato la sua confessione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata