Roma, crolla il tetto della chiesa San Giuseppe dei Falegnami. Il parroco: "Poteva essere una strage"
Tragedia sfiorata nella basilica a due passi dal Campidoglio. Nessuno è rimasto ferito

E' crollato il tetto della chiesa di San Giuseppe dei Falegnami, ai Fori romani, nel cuore della capitale. Non ci sono stati feriti perché la chiesa era chiusa. Il tempio, infatti, apre quasi solo per ospitare matrimoni. Ce n'erano due in programma, uno per sabato e uno per domenica. Il crollo, in un altro momento, avrebbe potuto generare una strage.

Don Daniele Libanori, il parrocco della chiesa, ha raccontato di aver sentito qualcosa di simile ad un terremoto, quindi dalla finestra ha visto il fumo sollevato dalle macerie cadute a terra. "E' stato incredibile", ha detto don Daniele, aggiungendo: "Ringraziamo Iddio che questo evento si sia verificato oggi", perché sabato o domenica ci sarebbero stati gli invitati dei matrimoni.
 

 

 

Il ministro per i Beni e le attività culturali, Alberto Bonisoli, ha seguito la vicenda, mentre sul posto è arrivato il sottosegretario Gianluca Vacca. Tutta la struttura del ministero, con i tecnici specializzati, gli archeologi, gli architetti, gli storici dell'arte, i restauratori, si è immediatamente attivata.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata